Sitemap

Navigazione veloce

C'è un inferno nel MCU?E questo implica l'esistenza di demoni, Dio, Lucifero e chissà cos'altro?Tutte queste cose esistono sicuramente in Marvel Comics, ma l'MCU è stato più confuso sulla questione.Black Panther chiarisce che i governanti del Wakandan vanno in uno specifico aldilà e Moon Knight ha recentemente dichiarato apertamente che ci sono molti dei dopo la morte e dei pantheon, sebbene i legami di quella serie con l'MCU siano stati piuttosto minimi.

Doctor Strange in the Multiverse of Madness aggiunge una nuova ruga, quando lo stregone viaggiatore multiverso Stephen Strange si scontra con "gli spiriti dei dannati" dopo aver usato la magia in un modo molto specifico.Quindi aspetta, questo significa spiriti umani dall'inferno?Cosa sta succedendo con l'aldilà in questo film?Perché i fantasmi peccatori sono responsabili delle forze dell'ordine magiche?E in che modo questo influenzerà la stagione 2 di Loki?Polygon ha chiesto allo sceneggiatore di Multiverse of Madness (e sceneggiatore-produttore di Loki) Michael Waldron se avesse appena aperto un barattolo gigante di vermi religiosi.

"Sono tutte conversazioni che abbiamo avuto",Waldron ride. “Nulla è nel film per caso. [Il presidente dei Marvel Studios] Kevin [Feige] è certamente consapevole delle implicazioni di tutto qui, sai? Non sono gli spiriti dei dannati solo per gli spiriti dei dannati.

[Ed. nota: Spoiler in anticipo per un evento particolare in Multiverse of Madness.]

Immagine: Marvel Studios/Disney

I fan sono particolarmente curiosi dei demoni e degli inferni nell'MCU perché hanno sperato che i personaggi Marvel Comics esistenti come Mephisto alla fine apparissero nei film o negli spettacoli.Ma Waldron dice che gli spiriti in Multiverse of Madness provengono più dalla tradizione soprannaturale vista nel film, costruita attorno al monte Wundagore e dal libro corruttore di magia oscura trascritto dalle sue mura, Darkhold.

"Abbiamo davvero cercato di radicare [i morti in questo film] nella nostra logica interna", dice. “C'è Darkhold, e se usi Darkhold per possedere il tuo cadavere, c'è uno strato separato di guardiani oltre a tutta questa roba che verrà per te. Ed è quello con cui Stephen si scontra alla fine, quindi è stato piuttosto divertente da esplorare.

"Non usare la magia dell'attraversamento del multiverso per possedere il tuo stesso cadavere" sembra un caso limite straordinariamente specifico su cui avere una regola, tanto meno un gruppo di compiti di applicazione spirituale.Waldron incoraggia gli spettatori a non pensarci come se qualcuno avesse scritto una regola che Stephen ha infranto: è solo qualcosa di abbastanza strano e trasgressivo da far infuriare davvero gli spiriti.

"Nella mia mente, Stephen Strange e Wanda sono gli unici due stregoni abbastanza forti da poter persino camminare nei sogni, tanto per cominciare", dice. “È un incantesimo così impossibile da ottenere, per non parlare di mantenere. Penso che Strange, nella mia mente, sia probabilmente il primo ragazzo che abbia mai tentato di possedere il proprio cadavere. È il vetro rotto in caso di emergenza sull'ultima pagina di Darkhold. E quegli spiriti dei dannati sono tipo, Assolutamente no, non puoi farlo.

La sequenza nel film in cui gli spiriti attaccano Strange e tirano sul suo viso da zombi ricorda da vicino alcuni dei tormenti specifici che Ash ha dovuto affrontare combattendo i morti nei film commedia horror di Raimi Evil Dead 2 e Army of Darkness.I fan hanno particolarmente richiamato quella sequenza per il modo in cui rende Multiverse of Madness così distintamente come un progetto Raimi.

Immagine: Marvel Studios/Disney

Ma Waldron dice che Raimi inizialmente esitava sul fatto che volesse una sequenza horror comica che coinvolgesse i morti. "Ho scritto pensando a Sam per tutto il tempo", dice. “Avevo visto tutti i suoi film. Ho cercato di ascoltare davvero i dialoghi nei suoi film, perché volevo che sembrasse un film di Sam Raimi. Ma Sam, a suo merito, non aveva alcun interesse a entrare e suonare solo i successi. Sam non è venuto a dire, ho bisogno che tu mi dia uno zombi. E in effetti, quando gli ho presentato l'idea di Dead Strange, c'era una vera esitazione da parte sua, perché non voleva che sembrasse che stesse solo dicendo che voglio fare la mia cosa da Sam Raimi".

Waldron dice che Raimi non era d'accordo con l'idea fino a quando non è stato chiaro che faceva parte dei temi più grandi di Doctor Strange ignorare ciò che tutti gli altri gli dicono che le regole sono e fare tutto ciò che pensa sia necessario per raggiungere i suoi obiettivi. "Quindi, quando abbiamo potuto giustificarlo in quel modo, allora Sam era a bordo",dice Waldron. "Era come Va bene, ora divertiamoci un po', andiamo davvero all in."

Alcuni degli aspetti all-in di Multiverse of Madness diventano particolarmente strani, come l'universo in cui tutti sono fatti di vernice.Alla domanda se il film darà a lui e ai suoi co-sceneggiatori la libertà di diventare più strani con la follia del multiverso nella seconda stagione di Loki, Waldron ride di nuovo.

"Non so se potrei diventare più strano di come siamo andati nella prima stagione", dice. “Avevamo un alligatore che beveva vino da una piscina per bambini. Sembrava la vetta del Monte Everest di strano! Penso che ci siano molte opportunità lì. Cerchiamo sempre di superare noi stessi, ma speriamo che sia sempre guidato dal carattere. E sì, ho imparato ancora una volta in questo film, nessuna idea è troppo pazza. Puoi scrivere Stephen Strange che possiede il proprio cadavere e forse finirai per sparargli. Questo mi incoraggia a essere audace, il che è positivo".

Tutte le categorie: Altri