Sitemap

Navigazione veloce

Siamo in un'età d'oro degli spettacoli di puzzle post-Lost?Avviso spoiler: No, certamente no, e la prova è che Lost è ancora il punto di riferimento standard per le soap opera elaborate e bizzarre quasi due decenni dopo il suo debutto.Ma siamo più vicini che mai a una bolla di puzzle, con più telenovelas di fantascienza che appaiono pronte a sopravvivere al di fuori dell'incubatrice della prima stagione.

In Showtime, le ragazze noiose vengono letteralmente fatte a pezzi dopo uno spaventoso incidente aereo in Yellowjackets.La sciocca avventura di viaggio nel tempo della NBC La Brea è diventata un successo istantaneo negli ascolti non molto tempo dopo che Manifest, la sua precedente sciocca avventura di viaggio nel tempo, è stata cancellata solo per essere resuscitata da Netflix a seguito di una rabbiosa risposta dei fan.Considera il dramma metafisico da cowboy di Prime Video, Outer Range, ed è difficile non concludere che le fauci temporali siano così calde in questo momento.Sulla scia di Outer Range - probabilmente troppo vicino per il comfort - c'è Night Sky di Prime Video, che è più affascinante e versatile dei suoi colleghi, ma minaccia sempre di ribaltarsi grazie al suo ritmo caotico e alla faticosa costruzione del mondo.

Le co-headliner Sissy Spacek e J.K.Simmons interpreta Irene e Franklin York, una coppia adorabile che vive i suoi anni crepuscolari nell'immaginaria cittadina dell'Indiana.Gli York hanno costruito un'intimità senza sforzo, che all'inizio suggerisce che stanno semplicemente raccogliendo i frutti di oltre mezzo secolo di partnership.Frank continua a armeggiare con progetti di falegnameria dopo una carriera di falegnameria lunga quanto il suo matrimonio, ma la sua più grande responsabilità ora è Irene, la cui salute in declino potrebbe presto estendersi oltre la capacità di Frank di custode.Ma a quanto pare, il loro stretto legame si basa tanto su un rituale clandestino quanto sul loro amore reciproco.

Nel capannone del cortile degli York, una scala nascosta conduce a un antico portale, una camera di metallo grezzo con interiora pulsanti e una porta che evoca il primitivo H.R.Giger.Quando Irene e Frank entrano nella camera, vengono immediatamente trasportati su un accogliente ponte di osservazione con una finestra panoramica su uno splendido, anche se desolato, paesaggio alieno.La vista è sbalorditiva: tutte scintillanti piogge di meteoriti contro sfumature blu-viola e rocce gessose a perdita d'occhio.Vengono da anni per ammirare la maestosità di tutto mentre meditano sulle ramificazioni esistenziali della vita extraterrestre.Ma quando incontriamo gli York, il portale che un tempo li legava così intensamente inizia a creare un cuneo nella loro unione indissolubile.

Foto: Chuck Hodes/Prime Video
Foto: Chuck Hodes/Amazon Prime Video

Dopo centinaia di viaggi nel loro bnb aerospaziale, Franklin considera il loro ingresso in un pianeta lontano poco più di una multiproprietà oltre la sua novità, soprattutto perché non riesce a determinare se i viaggi stiano esacerbando i disturbi di Irene.Ma per Irene, il portale ha assunto un ruolo opportunamente fuori misura nella sua identità di individuo e come metà di una partnership. "C'è una ragione per cui siamo stati noi a trovarlo",Irene lo dice a suo marito dopo che lui ha suggerito di navigare meno frequentemente nei wormhole. "Questo è il nostro enigma da risolvere."L'enigma diventa sempre più intenso e pericoloso con l'arrivo di un misterioso vagabondo di nome Jude (Chai Hansen) che ha chiaramente le risposte che gli York bramano di più, ma considerando le condizioni traumatizzate in cui lo trova Irene, deve dare la priorità al recupero rispetto all'esposizione.

Il pilot si colloca tra i migliori del suo genere basandosi esclusivamente sulla forza delle interpretazioni principali.Spacek e Simmons creano una coppia così fenomenale e sinergica, è difficile immaginare che qualcun altro interpreti entrambi i personaggi. (Ciò include lo stimabile Ed O'Neill, che avrebbe dovuto interpretare Franklin prima di ritirarsi per motivi personali.) La sceneggiatura del creatore Holden Miller è meravigliosamente composta e ben osservata.Certo, nessuno di questi è particolarmente innovativo.Lo spettacolo suona come Cocoon-meets-Stranger Things perché è esattamente quello che è, un riff divertente e sicuro sulle avventure di primo contatto di Spielberg.La spiritualità gioca un ruolo fondamentale, come nel caso di qualsiasi serie di personaggi che cercano di elaborare le realtà al di là della loro comprensione, ma Night Sky è piacevolmente giocoso sui suoi temi più pesanti.Nelle abili mani del regista Juan José Campanella, il pilot gioca come la prima metà di un solido lungometraggio di genere leggero.

Ahimè, Night Sky è uno show televisivo con otto episodi e Miller e lo showrunner Daniel C.Connolly sembra determinato a stiparli sulle travi piene di trame e tracce di briciole di pane.Mentre gli York stanno aiutando il loro ospite inaspettato ad acclimatarsi al suo nuovo ambiente, il pubblico si è anche abituato a un brusco spostamento dall'Indiana fino a una isolata fattoria di lama in Argentina.Anche Stella (Julieta Zylberberg) e sua figlia adolescente, Toni (Rocío Hernández), sono un punto di svolta nella loro relazione.Toni è al liceo ora, a quell'età in cui una giovane donna moderna si stanca di tosare la lana e di sorvegliare l'accesso all'antica (e secondo quanto riferito) cappella di famiglia infestata dai fantasmi.Quando un minaccioso visitatore del passato di Stella si presenta chiedendole di intraprendere una missione pericolosa, è costretta a scegliere tra seguire il suo destino e mantenere la bolla di beata ignoranza che ha costruito attorno a Toni.

Foto: Chuck Hodes/Amazon Prime Video

A suo merito, Sky non perde tempo a legare insieme le due storie disparate e a dare la mano prima su come le due convergeranno.Ma nel frattempo le due trame si scontrano goffamente l'una contro l'altra e Sky spesso si sente come due spettacoli in competizione tra loro.Perché mentre Simmons e Spacek sono l'attrazione principale dei talenti, anche Zylberberg e Hernández sono fantastici e il rapporto tra i loro personaggi è ugualmente ricco e sfumato.Sebbene gli York siano il centro di gravità, è facile dimenticarli quando Stella e Toni sono in primo piano, ed è altrettanto vero il contrario.Entrambi i pianeti narrativi hanno una vista e un'atmosfera straordinariamente meravigliose, ma il pubblico non riesce a tenere un piede tra i due più di quanto possano fare i personaggi.

Entrambe le trame principali si accumulano su trame secondarie frenetiche e personaggi secondari irritanti.Mentre Frank e Irene lavorano per risolvere il loro problema con Jude, devono girare in punta di piedi intorno alla loro nipote collegiale (Kiah McKirnan) e a un vicino impiccio (Adam Bartley), che si comporta come se fosse in prestito da una sitcom della CBS.Nel frattempo, Stella e Toni intraprendono un viaggio che porta alla luce i segreti del passato di Stella e del futuro di Toni.Gli sceneggiatori sono meticolosi su ogni filo della trama, quasi per colpa, poiché le micce si accendono e si spengono in un episodio o due.Ma il ritmo incessante di tanto in tanto smette di sembrare meno simile a una narrazione e più simile al completamento senza allegria di una lista di controllo.

Quando tutti i personaggi e i punti della trama finalmente si scontrano nel finale, il climax è deludente, lavorando più duramente per sostenere le trame future piuttosto che consegnare quelle attuali.C'è un soffio di disperazione nella trama dell'ipervelocità, forse perché i dadi e i bulloni del mondo sono così familiari.Dietro tutto il mantello e il pugnale c'è lo stesso vecchio, lo stesso vecchio: palline luminose e cianfrusaglie aliene che inevitabilmente cadono nelle mani sbagliate nei momenti inopportuni.Quasi come se in assenza di nuove idee, Night Sky volesse essere un mega-buffet di fantascienza in stile Las Vegas nella speranza che l'abbondante quantità compensi la mancanza di originalità.Le esibizioni da sole rendono Sky un viaggio che vale la pena intraprendere, ma fai attenzione con il telecomando.Saltare accidentalmente un episodio significa pensare che un portale ti abbia portato via nella parte posteriore della terza stagione di Night Sky.

Tutte le categorie: Recensioni